SELFIE: un nuovo strumento per promuovere e supportare l’apprendimento e la didattica nell’era del digitale

Qual è il potenziale digitale delle scuole, ovvero le tecnologie digitali sono usate al meglio nell’apprendimento e nella didattica scolastica? La Commissione ha recentemente presentato e proposto alle scuole SELFIE - un nuovo strumento di autovalutazione, disponibile nelle 24 lingue ufficiali dell’Unione, per verificare cosa va bene, quali miglioramenti sono necessari e quali dovrebbero essere le priorità.

SELFIE - acronimo di Self-reflection on Effective Learning by Fostering the use of Innovative Educational Technologies, ossia "Autoriflessione su un apprendimento efficace mediante la promozione di innovative tecnologie per la didattica", è una  delle 11 iniziative del piano d'azione per l'istruzione digitale presentato dalla Commissione ad inizio anno con l’obiettivo di rafforzare le competenze digitali in Europa e sostenere l'uso innovativo delle tecnologie digitali nell'insegnamento e nell'apprendimento.
Per sviluppare questo strumento la Commissione ha lavorato in collaborazione con i Ministeri dell'Istruzione e una comunità di esperti in materia di istruzione digitale in tutta; tra le istituzioni partner figurano la Fondazione europea per la formazione professionale, il Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale (CEDEFOP) e l'Istituto dell'UNESCO per le tecnologie informatiche nell'istruzione.
 
SELFIE al momento è  utilizzabile su base volontaria dalle scuole (primarie, secondarie e superiori, così come gli istituti per l'istruzione professionale) dell’Unione e di quelle di Russia, Serbia e Georgia  ma si prevede la sua estensione ad inizio 2019 anche alle scuole di tutti i paesi dei Balcani occidentali. E’ uno strumento modulare attraverso cui le scuole interessate, previa registrazione nell’apposito sito, possono condurre questo esercizio di autovalutazione in cui insegnanti, studenti e dirigenti scolastici sono invitati a rispondere, in maniera anonima, ad una serie di dichiarazioni facoltative afferenti ad ambiti quali la dirigenza, l'infrastruttura, la formazione degli insegnanti e la competenza digitale degli studenti, e ad un massimo di ulteriori 8 domande aggiuntive personalizzate in base alle rispettive esigenze e priorità. La relazione finale che SELFIE rilascia sulla base delle risposte fornite, delinea il “posizionamento” della scuola rispetto all’integrazione delle tecnologie digitali nell’apprendimento e nella didattica, può essere utilizzata per un dialogo all'interno della comunità scolastica con l'obiettivo di definire misure volte a rafforzare l'uso delle tecnologie digitali per migliorare l'apprendimento, ad esempio una formazione specifica per gli insegnanti o sostegno per gli studenti su temi quali la sicurezza online.
La prima conferenza SELFIE sarà organizzata a Madrid il 4 e 5 aprile 2019 in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione spagnolo in occasione della quale le scuole di tutta Europa che utilizzano lo strumento potranno confrontarsi e condividere le proprie esperienze e osservazioni al fine di migliorarlo ulteriormente.
Il Video di presentazione